Fortitudo Treviso

Va tutto bene alla Fortitudo che davanti a 5538 spettatori, più quelli davanti a Sky, asfalta una Treviso a tratti irriconoscibile, e continua la corsa verso la parte alta della classifica. Forse la migliore Effe vista fin qui, con la prima non indifferente di Legion (21 con 5/8 da tre), i punti di Montano (20 con 2/3da tre), la voglia di Italiano (10 con 4/4), e la guida di Ruzzier (9 assist).
La roba buona arriva soprattutto dopo l’intervallo lungo, con un terzo quarto perentorio (vinto 27-9) che di fatto toglie ogni dubbio sull’esito del match. Treviso, senza DeCosey per 30 minuti, dopo aver retto non senza fatica per 20 minuti, si scioglie appunto nella ripresa sprofondando malamente, avendo ben poco da salvare in una giornata completamente da dimenticare.
Due ferri ed una persa sono l’esordio in maglia Effe di Legion. Aggiustata la mira però, ecco il primo allungo biancoblù (9-2), con Pillastrini a parlarci su. Treviso litiga col ferro (2/12 nel quarto), ma reagisce con la voglia di La Torre (9-8), prima che l’ennesimo parziale del tempo (10-2 con 8 di Italiano) ributti avanti Bologna.
Continua pure dopo lo show di Italiano, che aggiunto ad altro missile di Legion da la massima forbice fin qui (26-16). Gli ospiti stavolta vengono presi per le orecchie da Saccaggi (8 nel quarto) e col risveglio di Moretti, Treviso ricuce nuovamente (33-29). A ricacciarla indietro è la terza tripla nel match di Legion per il boato del Paladozza prima dell’intervallo lungo.

Lo strappo decisivo la Effe lo piazza appena si ricomincia: 7 in un amen di Legion, più i “cioccolatini” di Ruzzier catapultano Bologna sul 53-33 del 25°. Il parziale, costruito dal lontano 33-29 punto di minor contatto, dice 20-4 Fortitudo, con Treviso di nuovi in tilt (2 punti in 7 minuti come nel primo quarto). Il divario diventa importante con Treviso a sprofondare sul -23 (58-35) con l’ennesima tripla di Montano. Visto l’andazzo l’ultimo quarto è solo garbage time, con Treviso a sprofondare sotto divari imbarazzanti.

KONTATTO – DE LONGHI 83-53
(19-14, 40-31, 62-40)

KONTATTO: Mancinelli 6, Candi 6, Legion 21, Ruzzier 6, Campogrande, Montano 20, Gandini 2, Raucci, Knox 12, Italiano 10, All. Boniciolli

DE LONGHI: Perry 11, La Torre 5, Moretti 7, Malbasa, Fantinelli 4, Saccaggi 11, Rinaldi 2, Negri 2, Ancellotti 4, Decosey 7, All. Pillastrini

Fonte: www.sportando.com

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: All rights reserved (c) massimocasa.it
Verified by MonsterInsights