East Side Gallery

East Side Gallery

East Side Gallery

La East Side Gallery (galleria del lato orientale) è il maggior tracciato rimasto in posizione originale del muro di Berlino, e rappresenta un memoriale internazionale alla libertà. Questa sezione di muro è lunga 1,3 km ed è interamente dipinta con graffiti fatti da diversi artisti, riguardanti il tema della pace o comunque della caduta del muro in seguito alla fine della “guerra fredda“. Il muro posteriore fu dipinto nel 1990, dal 1992 è considerato monumento protetto.

Posizione

La East Side Gallery si trova sulla Mühlenstrasse, a lato del fiume Sprea. Sorge fra la stazione Berlin Ostbahnhof e la fermata della metropolitana di Warschauer Straße, nel quartiere di Friedrichshain.

Entrando nella “striscia” fra i due muri (laddove quello che guardava ad ovest sopravvive in sporadici tronconi) e lungo la Sprea, si può notare il maestoso Oberbaumbrücke. Verso il lato di Warschauer Straße sorge un negozio di souvenir all’interno della galleria stessa.

Quella che oggi è la East Side Gallery, ai tempi della divisione, era la parte del muro rivolta a est (da questo il suo nome). In quel punto il muro correva parallelamente alla Sprea. Per ragioni di spazio non fu possibile costruire tutta la complessa struttura confinaria. D’altra parte, la Sprea la rendeva inutile, sostituendo la striscia di confine nel compito di contenimento tra i due muri, quello est e quello ovest. Le autorità della DDR decisero, pertanto, di erigere un solo muro (la sponda opposta della Sprea apparteneva a Berlino ovest). La caratteristica curiosa di questa parte del muro è che, pur essendo sul lato che guardava ad est, fu costruito come il “muro di confine 75”, il muro di quarta generazione che guardava ad ovest. Al momento della caduta del muro, la futura East Side Gallery era bianca immacolata: questa sorta di enorme tavolozza fu offerta agli artisti di murales dell’epoca perché la dipingessero. A questa circostanza si deve la conservazione, sotto tutela artistica, dell’unico pezzo di muro di Berlino che ancora oggi permette di capire cosa davvero rappresentasse questa ingombrante presenza nel cuore della città. C’è da ipotizzare, infatti, che la sua conversione in galleria pittorica a cielo aperto l’abbia salvata dall’abbattimento.

Galleria d’arte

La East Side Gallery è considerata la più lunga galleria d’arte all’aperto del mondo. Essa consiste di circa 106 murales di artisti di ogni parte del mondo ed essi sono dipinti sul lato orientale del Muro di Berlino[1].

Fra i graffiti presenti, i più famosi sono quelli del bacio fra Erich Honecker e Leonid Brežnev, nonché quello della Trabant che sfonda il muro stesso.

La galleria di graffiti corre anche al lato opposto a quello lungo la Mühlenstrasse, nelle sezioni di muro (più sporadiche) che guardano a ovest. Nel lato interno i disegni cambiano con più frequenza, ma non mancano aggiunte (piccole e grandi) anche in quello stradale.

Fonte Wikipedia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.